SHARE

Nel vasto mondo dello snowboard si possono trovare due tipi di riding, che poi danno luogo anche a diversi tipi di attrezzatura: soft e hard. Nello specifico, in questo articolo ci occuperemo dell’attrezzatura da snowboard hard, cioè attraverso l’utilizzo di un’attrezzatura rigida. Lo snowboard alpino o snowboard hard è molto diverso dal mondo soft per l’attrezzatura utilizzata e per le modalità con cui si affronta un pendio. Vediamo in particolare quale è l’attrezzatura adeguata per lo snowboard hard, cioè la tavola, gli scarponi e gli attacchi.

Tavola hard

Le tavole hard sono rigide, dritte e progettate per la velocità. Per questo motivo sono molto somiglianti ad uno sci allargato. Possono essere simmetriche o asimmetriche e di solito hanno solo una pala ad un’estremità. Sono progettate per le curve pulite, per le curve strette, e per la velocità. A causa della loro rigidità, di solito sono riservati ai piloti più esperti che sono alla ricerca di uno snowboard costruito per la discesa ad alta velocità. I vari modelli sono diversi l’uno dall’altro e le loro proprietà sono strettamente collegate all’uso. Per capire la misura corretta della tavola, dobbiamo tenere a mente che una tavola hard deve avere una lunghezza superiore a 8 cm.

Racing

Questa è una tavola da snowboard rigida con coda quadrata e un lato lungo efficace per facilitare la presa. Una tavola da gara che ama battipista perfetti. Alcuni piloti preferiscono tavole strette per le modifiche veloci a bordo, ma altri optano per le tavole più ampie che consentono angoli di posizione più bassi e una maggiore mobilità.
Le tavole da racing sono di due tipi:
– la tavola per snowboard da gigante (GS) è disponibile in una lunghezza più lunga e con un più ampio raggio di sciancratura.
– La tavola per snowboard da slalom (SL) ha una lunghezza più corta e un minore raggio di sciancratura; a volte è un po’ più ampia per consentire gli angoli vincolanti inferiori.
FreecarvingUna tavola Freecarve è leggermente più corta e meno rigida di una tavola da racing, ha un raggio più piccolo sciancratura per consentire curve più strette a velocità bassa, e ha una coda leggermente arrotondata invece di una coda quadrata. Le tavole Freecarve sono ideali per principianti, in quanto non richiedono elevate velocità prima di iniziare a girare. Si consiglia di utilizzare scarponi a guscio rigido con una tavola Freecarve. Queste tavole non hanno una flessibilitàtotalmente negativa con un ottimo sostegno ed una risposta sempre equilibrata, in modo da avere sempre il controllo dello snowboard nelle condizioni e sui terreni più disparati.Extreme carving

Carving Extreme o Extremecarving è un termine coniato da poco che descrive una particolare forma di intaglio su uno snowboard. Queste sono tavole per gli esperti in quanto sono molto tecniche, con un raggio di sciancratura che permette di chiudere sia le curve molto ampie che quelle più strette. Le caratteristiche che lo distinguono da altri tipi di snowboard sono:

– lutilizzo di pannelli più ampi per accogliere anche lo spigolo estremo (l’angolo tra la base e il bordo della superficie della neve).


– compressione proattiva del corpo durante le transizioni di bordo. Questa manovra è anche conosciuta come cross-through o push-pull turn. Durante ogni ride su un pendio sufficientemente ripido, la forza percepita si accumula alla fine della tavola, come risulta in una compressione naturale del corpo. La compressione proattiva extremecarving è differente da questa compressione naturale che avviene tirando le gambe in previsione della forza addizionale, invece di permettere alle gambe di ottenere una spinta come reazione alla forza aggiuntiva.
– una grande, progressiva rotazione del busto in senso orario, in modo che le spalle del pilota e il suo torace siano perpendicolari al bordo della punta durante il giro dei piedi

Scarponi hard
Questi sono gli scarponi da snowboard utilizzati dai professionisti per riding difficili e molto veloci. Quindi, non possono essere utilizzati da chi è alle prime armi. Come gli scarponi da snowboard morbidi, gli scarponi rigidi hanno una fodera interna calda e imbottita. L’esterno rigido è più come uno scarpone da sci, però. I discesisti preferiscono questi scarponi perché consentono curve molto veloci con grande precisione. Gli scarponi rigidi vengono utilizzati con gli appositi attacchi.
Attacchi hard
Senza gli attacchi per snowboard e gli scarponi specializzati, controllare lo snowboard sarebbe quasi impossibile. Gli attacchi permettono allo snowboarder di governare o controllare la propria tavola, mantenendo i piedi attaccati a questa. Gli attacchi hard possono diversificarsi per la tipologia di calzata: possono essere a calzata tradizionale o a calzata step-in.
Calzata tradizionale
Questi attacchi sono eccellenti per quanto riguarda i metodi di regolazione. È possibile stringerli come volete in modo rapido e semplice. Non sono richiesti scarponi
che si adattino perfettamente: possono essere usati anche degli scarponi più grandi che sono più caldi e confortevoli. Gli snowboarder dovranno solo stringere le cinghie per impedire e dopo allentarle per ripristinare la circolazione.
Calzata step-in

I sistemi di step-in offrono un vantaggio imbattibile sui tradizionali attacchi nella velocità
di entrata e di uscita. I principianti probabilmente beneficiano di più della calzata step-in rispetto agli esperti. Con step-in, non è più necessario stare piegati e seduti sul ghiaccio come faranno i vostri amici mentre cercano di togliere gli scarponi dagli attacchi. Questo tipo di calzata è nettamente più sicura di quella tradizionale. Infatti, invece delle cinghie, ha una piastra posteriore e un meccanismo di step-in che blocca la partenza dello snowboard. Questo meccanismo rende molto facile montare e smontare lo snowboard. Al momento dell’acquisto di attacchi step-in per snowboard, assicuratevi che siano presenti gli scarponi adatti per quel tipo di attacco.
 
SHARE